Blog

La sfida dei 12 propositi

La fine dell’anno sta per arrivare e con lei anche la necessità di fare un bilancio di come abbiamo speso gli ultimi 12 mesi della nostra vita.

Non sempre è facile scrivere nero su bianco quali obiettivi abbiamo raggiunto e quali invece sono rimasti ancora sospesi. Proprio l’altra sera, con il gruppo dei partecipanti dell’incontro Seminiamo, riflettevamo sul fatto che a volte, fare questo esercizio può darci delle grandi sorprese. Se provassimo a lasciare andare l’ansia di prestazione che spesso avvertiamo nei confronti di noi stessi e ci ponessimo in un atteggiamento di ascolto e osservazione, forse faremmo meno resistenza a guardare le cose per quello che sono, e forse ci offriremmo una possibilità più concreta di attivare un vero processo di trasformazione.

Albert Einstein affermava:

“La follia è continuare a fare le stesse cose ed aspettarsi risultati differenti”

…ma, purtroppo per noi, il cambiamento spesso ci spaventa a tal punto che preferiamo continuare a percorrere le stesse strade già battute, anche se abbiamo avuto conferma che sono strade sbagliate, interrotte o, alle meno peggio, dissestate.

Per questo anno che sta per iniziare, ti vorrei lanciare una sfida: prendi l’impegno con te stess* di introdurre, per ogni mese del 2024, l’abitudine di fare qualcosa di diverso. A volte pensiamo che la vita abbia bisogno di cosa eclatanti per cambiare, invece… nella realtà, il quotidiano si trasforma a poco a poco, con tante piccole accortezze che supportano il nostro benessere psico-fisico, il raggiungimento dei nostri obiettivi, il gestire i momenti di difficoltà.

Sei pront* a leggere di cosa si tratta?

Gennaio: Meditare 15 minuti al giorno.

Ti sei mai confrontat* con la pratica di Mindfulness? Se non lo hai mai fatt* e sei scettico a tal riguardo, ti suggerisco di provare a leggere qualcosa per capire di cosa si tratta e affidarti all’esperienza. On line esistono tantissimi siti che parlano di meditazione e propongono pratiche on line facilmente accessibili. Se vuoi, questo è il link del mio canale youtube dove puoi iniziare a fare un po’ di pratica.  Concedersi ogni giorno qualche minuto per mettere da parte la frenesia del fare e dare attenzione, semplicemente all’essere… allo stare, non soltanto ti aiuterà a prenderti i tuoi tempi ed i tuoi spazi, ma con la costanza e con il tempo, ti offrirà anche tanti altri benefici nella gestione dello stress, delle emozioni, delle relazioni.

Febbraio: Smettere di procrastinare.

Quante volte ti capita di rimandare al giorno dopo, alle settimane  seguente, a data da destinarsi… i tuoi impegni, l’andare in palestra, l’inizio della dieta? Non sei il/la sol*! Anzi.. sei in ottima compagnia! Procrastinare è una delle abitudini più diffuse e, allo stesso tempo, più sabotanti per il nostro benessere e il raggiungimento dei nostri traguardi. Per questo mese, prenditi l’impegno, inderogabile, di non rimandare nessun impegno. Solo per questo mese. Poi, sarai tu a decidere come procedere!

Marzo: Svegliarsi presto al mattino.

A tutti piace dormire fino a tardi, così come a molti è necessario che le ore di sonno siano almeno otto… e dunque che la sveglia non suoni prima delle 7.00. Per questo mese, prova a fare qualcosa di assolutamente nuovo per te e i tuoi ritmi: per almeno 5 giorni a settimana, punta la sveglia alle 6.00 e dedica ogni mattina, prima di recarti a lavoro o fare le tue solite cose, almeno 30 minuti a te e a tutto ciò che ti nutre in profondità: leggere, meditare, fare stretching, scrivere le priorità del giorno, camminare…  Alzarci presto non soltanto ci consente di dare più sprint alle nostre giornate, ma anche di sfruttare quella fascia oraria in cui siamo più produttivi ed efficienti.

Aprile: Allenarsi almeno tre volte a settimana.

Per quanto ci possa sembrare lontano dalle nostre consuete abitudini, l’attività fisica è parte integrante del nostro benessere e degli impegni che dovremmo prendere per stare meglio con noi stessi e con gli altri. Se davvero vuoi realizzare i tuoi obiettivi, ma ti senti continuamente priv* di motivazione, di grinta e di energia, prova a pensare che questo può dipendere anche dalla tua scarsa forma fisica ed investi risorse in termini di tempo e di impegno per allenarla. Puoi andare in palestra, fare delle lunghe passeggiate, scaricare un’applicazione sul telefonino… ormai ci sono infiniti modi per potersi dedicare alla propria forma fisica comodamente anche da casa. Scegli qual è il più adatto alle tue esigenze e inizia. Mi racconterai com’è andata?

Maggio: Alimentarsi correttamente.

Noi siamo ciò che mangiamo, ma non ci nutriamo di solo cibo. Se sei arrivat* fino a qui e sei riuscit* a portare avanti tutte le sfide proposte, vuol dire che hai dato spazio e attenzioni a diversi ambiti della tua vita che ti dovrebbero aver fatto sentire pià appagat* e soddisfatt*. Sei dunque pront* per iniziare a dedicare tempo ed energie anche alla tua dieta e al tuo modo di alimentarti quotidiano. Per il mese di maggio, scegli di mangiare cibi semplici e poco calorici, per 6 giorni della settimana, lasciando ad una sola giornata i fritti, i dolci, gli alimenti più elaborati. Aumenta le occasioni per consumare frutta e verdura fresche invece di tramezzini e pizzette; diminuisci i caffè e cerca di ridurre il consumo delle bevande zuccherate. A volte basta davvero poco per attivare un processo di trasformazione.

Giugno: Tieni un quaderno di viaggio.

Se non lo hai già iniziato (io di solito lo suggerisco sempre a tutti… 😊 ), in questo mese, a metà dell’anno, scegli un quaderno o un’agenda che ti piaccia ed inizia ad annotarci cosa accade durante le tue giornate: come procede la pratica di meditazione quotidiana, quali riflessioni sono arrivate nello svegliarti presto al mattino, come ti senti dopo aver dato spazio all’attività fisica e migliorato la tua alimentazione… Giugno è il mese di mezzo, quello in cui è bene iniziare a fare i bilanci: vedere quali erano i nostri buoni propositi e valutare dove siamo arrivati fino a questo momento. Scrivere ci aiuta a mettere ordine nei nostri pensieri e soprattutto a dare un’organicità a quelle che sono le nostre intuizioni.

Luglio: Divertiti.

Sembra un controsenso, eppure per raggiungere i nostri obiettivi, essere più efficaci ed efficienti è fondamentale dare spazio all’interno delle nostre settimane ad un sano divertimento, a delle attività che ci fanno stare bene, a degli hobby che ci permettono di ricaricare le energie. Per questo mese, grazie anche all’estate, appena arrivata, dedica almeno una serata a settimana a te stess* per fare qualcosa che ti piace e cerca di programmare ogni fine settimana in modo da poter trascorrere del tempo di qualità all’insegna di ciò che ti fa stare bene e che ti fa sentire liber*. Ascolta della buona musica, leggi dei bei libri, vai al cinema, sperimenta il teatro, informati sulle mostre intorno ai luoghi in cui abiti, coltiva delle sane relazioni. Il successo non si coltiva solamente lavorando o studiando.

Agosto: Essere grati.

Ogni volta che pensi di aver bisogno di qualcosa o che ti piacerebbe raggiungere un determinato risultato, prima di fare la tua richiesta alla vita o all’universo, prima di lamentarti per quello che ti manca… ringrazia. Coltiva un atteggiamento di profonda gratitudine ogni giorno. Quando si studia mindfulness, c’è un momento in cui si riflette su un interessante principio: ci si accorge di avere un piede, solamente quando un sassolino nella scarpa, provocandoci del dolore, non ci ricorda che ne abbiamo uno. Per questo mese, ogni giorno, sul tuo quaderno di viaggio, scrivi almeno tre cose per le quali senti di poter essere grat*. Ci saranno giorni in cui ti sembrerà che non ci sia niente di bello o di positivo… allora ringrazia semplicemente perché sei viv*, perché respiri, perché hai potuto fare colazione.

Finchè respiri, in te ci sono più cose che funzionano

Di quelle che non funzionano.

Jon Kabat-Zinn

Settembre: Dai spazio alle piccole cose.

Settembre è il tempo dei rientri (dalle ferie, dalle vacanze…) e il mese dei nuovi inizi (la scuola, il lavoro, la palestra, il corso di inglese…) Potremmo anche definirlo come il tempo dei nuovi propositi, della programmazione, del fare ordine tra ciò che ci pacerebbe fare e la possibilità concreta di potersi organizzare per farlo. Dai spazio, in questi trenta giorni, a dare maggiore attenzione alle piccole cose del quotidiano: rifatti il letto tutte le mattine, fai colazione e lava subito la tazza, non lasciare i piatti sporchi nel lavandino, tieni in ordine la scarpiera… dedicati, pochi minuti al giorno, con regolarità, a mettere ordine negli ambienti in cui trascorri il tuo tempo (casa, ufficio…)  Quando c’è bisogno di chiarezza interiore, lavoriamo su quella esteriore e prendiamo atto di come siano due vasi comunicanti.

Ottobre: Risparmia.

Avresti sempre voluto mettere da parte qualche soldino, ma non sai come farlo? Da questo mese, inizia con il mettere da parte pochi euro, ogni settimana. Inizia con 1€ la prima settimana, 2€ la seconda, 3€ la terza… e così via. Ti sembrerà di non fare molto, eppure, un piccolo sforzo quotidiano ti consentirà, dopo 365 giorni, di avere un piccolo risparmio di 1.378€.  Se vuoi, aumenta la cifra o stabilisci delle date con delle donazioni extra. A volte basta veramente poco… per ritrovarsi i soldini necessari alla vacanza che si voleva tanto fare!

Novembre: Ottimizza la tua attenzione!

Ne ho parlato in una diretta di Gocce di benessere un po’ di tempo fa… ti ricordi la tecnica del pomodoro? L’attenzione, per il raggiungimento dei nostri obiettivi e risultati è fondamentale, eppure… non sempre è facile mantenerla sempre a livelli tali che ci consentono di evitare distrazioni ed errori. Procurati un timer da cucina e prendi l’impegno con te stess* di mantenere per 12 volte, in ciascuna giornata, per 25 minuti consecutivi, l’attenzione su di una singola attività. Poi fai una pausa di 5 minuti. Se all’inizio fai fatica a fare questo esercizio per 12 volte (6 ore), inizia con 6 e poi, ogni settimana aumenta di 3 volte. Questa sfida con te stess* non soltanto ti farà sentire più produttiv* ed efficace, ma innalzerà la tua autostima, la tua autoefficacia e ti consentirà di ottimizzare la tua resa e massimizzare il tuo profitto. A volte basta veramente poco per attivare un processo di trasformazione.

Dicembre: Meno social, più presenza.

Dicembre è il mese delle festività natalizie, della famiglia, dello stare con i propri cari, ma soprattutto, è il mese dell’anno più intenso, dal punto di vista relazionale. Molti i messaggi che veicolano on line e spesso si fa fatica a stare dietro a tutto e a tutti. Per non rischiare di rimanere vittime di dinamiche fagocitanti che ti assorbono energie, limitando il tuo relax… per questo mese, stabilisci delle ore nelle quali dedicarti ai social, alle chat di gruppo, all’invio dei messaggi di auguri. Togli la suoneria quando sei in gruppo, allontana il cellulare quando ti siedi a tavola… e, piuttosto che essere on line e disponibile “sempre”, scegli quando farlo e come. Non è la quantità di tempo che investi a fare la differenza, ma la qualità. Condividi con i tuoi conoscenti la scelta che hai preso, stabilisci dei confini che ti fanno sentire bene e osserva cosa accade.

Ti potrebbero interessare anche:

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply